Conegliano V. 1 inter GPG / Colmar (F) euro U23

Come al solito i GPG non sbagliano un colpo e anche a Conegliano Veneto, nella gara interregionale di spada che apre la stagione del gran premio giovanissimi, sbaragliano la concorrenza. Sono tanti, tantissimi al punto che Igor vista la indisponibilità di Francesca, impegnata a Colmar in una gara del circuito europeo U23, oltre a Oleg, Iulius, e Rodolfo convoca anche la new entry Beatrice Bertacchini. La vittoria arriva nelle categorie Bambine e Ragazzi/Allievi per merito di Margherita Ugolini e Leonardo Cortini, per Margherita è naturalmente il primo successo in una gara ufficiale mentre Leonardo non fa che confermare il suo status di numero uno della categoria. Assieme a loro salgono sul podio a colorarlo di rosso parecchi compagni di squadra. Nelle bambine al terzo posto c’è Carlotta Versari, mentre con Cortini troviamo Emanuele Gambino terzo e Adriano Rocco quinto. Sfiora la vittoria nei Giovanissimi Marco Sonnessa che si piazza al secondo posto con Riccardo Magni terzo e Marcello Ghetti sesto. Successo svanito per un soffio (14/15 a suo sfavore la finale) anche per Asia Vitali nelle Ragazze/Allieve che precede Viola Casali, terza, e Anita Sgubbi quinta.  Anche per Enea Gentilini c’è un bel quinto posto nei Maschietti, mentre Viola Amadei è settima nelle Giovanissime.  Fanno capolino nei primi sedici anche Licia Mattiello, Sofia Panciatichi, Annelisa Ballerini, Andrea Troiani e Matteo Maddalena. Da segnalare che Licia Mattiello e Marco Sonnessa raddoppiano l’impegno disputando anche la gara di fioretto che li vede entrambi ad un notevole settimo posto assoluto. I nostri tecnici avranno avuto anche un bel da fare nel seguire la banda scatenata ma le soddisfazioni sono arrivate e tante.   

Soddisfazioni che invece sono arrivate solo in parte da Colmar dove oltre a Francesca Spazzoli è andata anche l’amica Alice Franchini. Per Alice è stata un po’ una beffa perché con una bella gara è arrivata a tirate per gli otto fermata dall’italiana Laura Cresta. Poi però per via del meccanismo un po’ perverso e antiquato dei tabelloni di recupero si è ritrovata al 21° posto in classifica.  Uan vera beffa anche perchè dire: “ho fatto i 16 in una gara U23 europea” avrebbe avuto tutto un altro sapore. Francesca invece dopo un girone non buono pensava di essere già stata eliminata e si stava già cambiando quando è stata chiamata in pedana per la prima diretta contro la francese Lauvray, argento a squadre e bronzo individuale giovani a Foggia lo scorso anno, una delle favorite del torneo, superandola brillantemente per 15/14. Purtroppo però si è fermata subito dopo sempre per mano di una francese concludendo al 61 assoluto.

Nel Frattempo c’è Dario Remondini che sta facendo le valige ed è in procinto di partire per Riga convocato dal CT Cuomo e farà così il suo esordio in Coppa del Mondo U20. Forza, incrociamo le dita!

6 novembre 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*