Trofeo Coni / Qualificazione regionale open

Ed eccoci qui a commentare come al solito in modo un po’ informale le gare dei nostri baldi giovanotti. L’estate è passata, c’è chi si è riposato, chi ha fatto il pazzerello, chi non ha voluto pensarci proprio e chi ha sempre avuto solo la spada in testa… in ogni caso, comunque sia andata, ora tutti agli ordini dei maestri per la nuova stagione agonistica che ha preso il via questa settimana. Manca solo Mattia Sgubbi che probabilmente aveva ancora bisogno di un po’ di ferie ma, non avendo il coraggio di dirlo a Michele, si è fatto venire un bel attacco di appendicite e ha saltato la gara di San Lazzaro preferendo le amorevoli cure di qualche bella infermiera.   Dai Mattia, forza, ti aspettiamo presto in palestra!

Pronti via e Asia Vitali si porta a casa il primo successo di stagione. Inserita con Leonardo Cortini e Riccardo Cappelletti nella rappresentativa dell’Emilia Romagna che, guidata da Igor, ha disputato il Trofeo Coni a Crotone ha vinto la categoria Allieve di spada. Minor fortuna per gli altri due che però hanno ben contribuito al buon piazzamento finale della nostra regione. Viaggio in pullman, soggiorno pagato bella la vita!      In pedana domenica anche i più grandi per la gara di qualificazione regionale in vista della prova nazionale di Bastia Umbra a metà ottobre. Ben venti i nostri in gara e per colpa di Mattia assente (giustificato???) non abbiamo fatto il record. Tra le femminine sono presenti Sara Andalò, Alice Franchini, Sofia Freschi e Francesca Spazzoli. I maschi sono: Federico Bagattoni, Filippo Bassi, Marco Bulgarelli, Nicolò Cappelletti, Marco Flora, Andrea Gemelli, Riccardo Genovese, Oleg Mischenko, Lorenzo Montanari, Alessandro Palazzi, Rodolfo Spazzoli, Leonardo Tondini, Daniele Tramonti e Sebastiano Ugolini.  La qualifica regionale è sempre una gara complicata, pochi posti e tanti pretendenti, vedremo alla fine cosa succederà. Oltre al forfait improvviso di Mattia decidono di non partecipare Iulius e Ali per non affrontare la sfida tutta interna “giovani contro vecchi” che si preannuncia infuocata. Prima di parlare delle gare c’è da ricordare che a San lazzaro ci sono le premiazioni dei campioni regionali e degli atleti che l’anno scorso si sono messi particolarmente in luce. Anche qui diciamo la nostra con Asia Vitali e Cortini vittoriosi nella spada ragazzi, e per non mancare la premiazione organizzano un volo diretto Crotone (il loro aeroporto è funzionante) San Lazzaro di Savena con atterraggio nel parcheggio del palazzetto, e Riccardo Cappelletti campione nel fioretto ragazzi che però manda Piero a ritirare il suo premio. Con loro a tenere alti i colori del Circolo Schermistico Forlivese c’è Dario Remondini con al collo tutto quel pò pò di medaglie conquistate con la nazionale giovanile agli europei e ai mondiali. Baci, abbracci, applausi e congratulazioni a tutti e adesso passiamo alla gara.  Anche se vanno in pedana solo al pomeriggio partiamo dalle femmine. Abbiamo in gara 3/4 del quartetto promosso in B1 a cui si aggiunge Sofia Freschi.  Partono bene Francesca e Alice, che inserite in gironi da sei concludono con una sola sconfitta e accedono al main draw al 10° e 13° posto, fanno fatica Sofia che con due sole vittorie passa al tabellone principale all’ultimo posto per il rotto della cuffia e, soprattutto, Sara subito esclusa dalla competizione. La posizione dopo i gironi consente a Francesca e Alice di saltare la prima diretta e andare a tirare subito per i 16 che danno la qualifica diretta senza spareggio. Sofia invece penalizzata dalla classifica è costretta al primo turno uscendo sconfitta, non senza lottare, dalla cervese Beatrice Fava. Ecco dunque Alice e Francesca giocarsi la partecipazione alla gara umbra rispettivamente contro Sophia Stella (Ravenna) e Alessandra Donelli (Reggio Emilia). Incontri non facili contro avversarie già nel ritmo dopo il primo assalto diretto che però le nostra beniamine portano a casa con tranquillità e lo stesso punteggio di 15/9. Ora l’obiettivo principale è raggiunto e la qualifica acquisita. Alice supera ancora Beatrice Wirtz di Modena prima di arrendersi a Torelli (Koala) in giornata di grazia, mentre Francesca con un problemino all’adduttore destro si ferma subito contro l’avversaria di tante sfide Emilia Rossatti. Stavolta ha la meglio la ferrarese che chiude in scioltezza. Alice finisce all’ottavo posto assoluto e Francesca all’undicesimo. Bene così, ora le rivedremo in gara a Bastia.

I maschi. Da una parte i meno giovani: Oleg, Riccardo, Rodolfo e, mettiamocelo, Andrea ormai cat. giovani, dall’altra la banda scatenata dei cadetti. Ai gironi perdiamo subito Lorenzo Montanari, Sebastiano Ugolini e Daniele Tramonti, gli altri passano con addirittura Vasumi in piena trance agonistica al terzo posto. La prima diretta ci porta via Marco Bulgarelli per mano di Nicolò Cappelletti nel primo derby di giornata e marco Flora. Nel turno per i 32, e qui balla la qualificazione, perdiamo a sorpresa Riccardo Genovese, Federico Bagattoni che, mannaggia, si ferma a 12 contro quello squalo delle pedane di Ufficiali, Filippo Bassi e Andrea Gemelli più Leonardo Tondini fermato nel secondo scontro in famiglia da Rodolfo. Avanti dunque con Tommaso, Rodolfo, Oleg, Nicolò e Alessandro che possono preparare le valige per andare in Umbria. Tutti assalti tiratissimi, sia quelli vinti che quelli persi non hanno uno scarto superiore ai due punti, addirittura il brivido del 15/14 per Filippo (purtroppo in negativo), Alessandro e Oleg come al solito grintosissimo.  Per i sedici saltano i due vecchi Oleg e Rodolfo entrambi 14/15, e Nicolò. Proseguono allora Alessandro che chiude all’ottavo posto assoluto e Tommaso nono al debutto nella categoria. Un garone! Complimenti e tieni botta. Molto bene anche Palazzi che continua a progredire e si appresta ad un secondo anno cadetti da protagonista. Tutto sommato una giornata positiva, peccato per gli scontri diretti che ci hanno privato di qualche atleta in più a Bastia Umbra e quegli assalti persi di misura.  Dimenticavo…. Giovani vs vecchi? 3 a 2 ma sicuramente i nostri vecchiacci si faranno sentire presto e poi mancava Mattia…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*