Palermo- Campionato Italiano assoluto e a squadre di serie A1

Finita. Con l’ultimo regalo fatto da Ali, Dario, Iulius e Riccardo la stagione 2018-2019 è finita.  La trasferta a Palermo per la finale nazionale di serie A1 si è conclusa nel migliore dei modi, i nostri baldi giovinastri hanno fatto il colpaccio e chiuso la gara al sesto posto assoluto. C’è da dire che alla partenza da Forlì c’era molta preoccupazione per l’esito della prova perché la permanenza nella massima serie era tutt’altro che scontata, anzi i timori per una retrocessione erano ben presenti. Invece i ragazzi sono stati bravissimi già dal girone chiuso con una vittoria contro Cus Pavia e una sconfitta con l’Aeronautica Militare, con il settimo posto di accesso al main draw. Una posizione che permette di affrontare nei sedicesimi di finale, che consentono a chi li supera di evitare i playout, una formazione comunque abbordabile.  Si tira dunque contro il Piccolo Teatro di Milano, n°1 del ranking ma che non è più la squadra che ha vinto l’ultimo campionato. Un assalto ben condotto che vede i nostri imporsi per 45/41. E’ fatta! Saremo in A1 anche l’anno prossimo, un risultato che aggiunge ancora qualcosa alla bella stagione del Circolo Schermistico Forlivese. Verrebbe voglia di festeggiare già e fare un po’ di bisboccia con Michele che, per niente scaramantico, indossa addirittura la maglietta che aveva l’anno scorso quando il nostro quartetto ha ottenuto la promozione. A chi non l’ha già fatto consiglio di ascoltare il whatsapp audio inviato con la voce ancora tremante per l’emozione a Igor appena terminato l’assalto contro Milano.  C’è invece la gara da proseguire e si tira per andare in semifinale. Sai mai che non ci scappi il miracolo… Ma non succede dobbiamo affrontare ancora la corazzata Aeronautica Militare che presenta Pizzo, Tagliariol, Vallosio e Stella. Non c’è niente da fare, forse i ragazzi sono anche un po’ scarichi per la salvezza ottenuta brillantemente e arriva una bella legnata, 45/23 per gli avieri. Punteggio pesante che nulla toglie però al valore della gara dei nostri fab four che concluderanno sesti assoluti a cospetto dell’élite della spada italiana. Bravissimi!    

Il giorno prima della prova a squadre Dario si è misurato per il secondo anno consecutivo con i migliori spadisti italiani nella prova individuale.  L’anno scorso arrivato a Milano per la finale a fari spenti o, come dicono gli americani, da under dog, fece un colpaccio classificandosi 11° assoluto. Quest’anno non ha potuto sfruttare i fattore sorpresa, come sarebbe stato possibile con i risultati che ha fatto, cosicché gli avversari l’hanno tenuto d’occhio fin da subito. Brutto, molto brutto il girone solo una vittoria e 34ma posizione nel tabellone principale. Brutta storia.  Primo assalto vinto con Ranieri (FFOO) poi stop inevitabile con Federico Vismara (Fiamme Azzurre) beccato al secondo turno. Finisce qui col 30° posto in classifica generale.  Sicuramente Dario si aspettava di più, purtroppo non sempre le cose si infilano nel verso giusto.  Per fortuna reagisce come sa e darà il suo grande contributo nella gara a squadre.

Finisce davvero qui la stagione. Una stagione al solito da protagonisti per tutti le spadiste e  gli spadisti del CSF dai più piccoli ai più grandi. Adesso un po’ di stop e a settembre di nuovo belli carichi.

Forlì, 16/06/2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*