Torun-Campionato del Mondo U17

Sarebbe bello, e tra l’altro anche di gran moda, commissionare un sondaggio per sapere in quanti eravamo davanti al pc o sullo smartphone a seguire la gara di Dario a Torun.  Io sicuramente si, ma non ero certamente il solo. Ho visto tutte le dirette e man mano che gli assalti si susseguivano ero sempre più nervoso e agitato.    Una cavalcata fantastica fino alla finale con l’altro azzurro Enrico Piatti, lo scudetto del CSF in bella vista sulla tuta di Silver Dario (così è stato soprannominato) riempiva di orgoglio.  Cosa su può dire? Non ci sono parole per una performance superlativa. Già l’anno scorso aveva fatto una grande stagione ma quest’anno addirittura fantastica. Due medaglie al Mediterraneo, due agli Europei e ora quella mondiale. Vai così ragazzo! E non fermarti proprio adesso.  Bello anche vedere il maestro Michele, che ha seguito in forma privata Remondini in Polonia, finalmente in una foto col gruppo azzurro. Se lo merita alla grande e speriamo che anche lui finalmente abbia i riconoscimenti che merita dalla Federazione.  E Igor? il giorno dopo a Modena per la qualificazione regionale alla Coppa Italia, a proposito colpaccio di Alexei, aveva la voce tremante tutte le volte che parlava di Dario.  Per la prima volta un atleta del CSF ai mondiali e per giunta sul secondo gradino del podio, è la conferma anche il Circolo Schermistico Forlivese è diventato grande. 

Ma non di soli mondiali si vive. A Soliera Coppa Italia regionale per gli open e molti i nostri alla ricerca del pass per la fase nazionale. Come detto colpo di Ali che per non essere da meno di Dario si ferma sul secondo gradino del podio e centra la qualifica. Con lui ci riescono Oleg, Alessandro Palazzi, Filippo Bassi e Federico Bagattoni. Disco rosso invece per gli altri biancorossi in gara Andrea Gemelli, fuori di poco come  Marco Flora, Sebastiano Ugolini, Nicolò Cappelletti, Rodolfo Spazzoli, Leonardo Tondini e Daniele Tramonti.  Niente da fare anche per le pulzelle Sara Andalò, Sofia Freschi, Beatrice Lolli, Francesca Spazzoli, fermata più dlla febbre e dalla schiena bloccata che3 dalle avversarie, e Chiara Tamburini che escono tutte al primo turno di diretta.    E ancora c’è un po’ di fioretto con una nazionale GPG dove si comportano egregiamente Asia Vitali che fa un ottimo 16 assoluto e Davide Castellani che centra i 64. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*