Bolzano-Campionato Italiano a squadre gpg

Dunque siamo arrivati a 15. Un bel numero e finalmente c’è anche un titolo a squadre femminile. Il merito va tutto alle quattro cesenati Chiara Castagnoli, Lucia Guarini, Francesca Morosi e Maria Chiara Testa che hanno dato la dimostrazione perfetta di cosa vuole dire essere una squadra. Sempre unite, sempre vicine, sempre a sostenersi fino all’ultimo punto della finale contro Methodos Catania vinta 35 a 31. Complimenti a voi ragazze e complimenti a Iulius e Alexei che tirano il gruppo cesenate.  Il baby dream team, che Igor con furbizia ha chiamato Forlì3 per mescolare e tenere coperte le carte, ha condotto una cavalcata esaltante. Le ragazze sono uscite al terzo posto dalle qualificazioni, saltata la prima diretta hanno schiantato le avversarie che si sono presentate sul loro cammino, 36/31 col Club scherma Torino, 36/12 con Pro Patria Scherma Milano, 36/20 in semifinale con Formia, poi Catania e vai con la fiesta.  Avevamo in gara altre due squadre, Forlì 1 con Matilde Bulgarelli, Viola Casali e Lucia Lena che ha terminato nei 16 fermata, mannaggia, da Ravenna e Forlì2 delle 2008 Viola Amadei, Annelisa Ballerini, Sofia Panciatichi, Elisa Saragoni  finita un po’ più indietro ma che ha fatto una bella gara. Il titolo delle Giovanissime è arrivato all’ultima gara del programma di Bolzano dopo che in tutte le altre categorie le speranze si erano spente ai quarti di finale. Avevano cominciato sabato le ragazze/allieve. Anita Sgubbi, Francesca Torelli, Greta Versari e Asia Vitali, tutte del 2006, hanno concluso al sesto posto fermate alla priorità 39/38 da Treviso. Una bella gara contro avversarie di un anno più grandi che le pone già tra le squadre favorite per la vittoria nel 2020. Stessa sorte è toccata ai Giovanissimi. Tre le squadre in gara e anche qui Igor ha fatto lo stratega. I più grandi (Adriano Rocco, Leonardo Piras, Gabriele Samorì) in Forlì3.  Davide Castellani, Marcello Ghetti e Riccardo Magni in Forlì1, e Matteo Maddalena, Alessio Omicini e Andrea Troiani in Forlì2. Come in fotocopia con le allieve Forlì3 chiude al sesto posto sconfitta da Ivrea. Forlì1 fa una bellissima gara entrando nelle prime 16 squadre e Forlì1 chiude un pochino oltre.  Insomma la prima giornata lascia un po’ di amaro e di stizza per qualche incontro che poteva e doveva avere migliore fortuna. Una notte di riposo per i maestri un po’ provati dalla giornata di gare e domenica mattina tutti pronti a dare il meglio. Si parte con i ragazzi/alllievi e due squadre pronte a dare battaglia. Forlì1 con Leonardo Cortini, Fabio Tamburini e Tommaso Vasumi e Forlì2 con Andrea Callegati, Riccardo Cappelletti, Marco Casadei, Mattia Gondolini. Nonostante tutti siano animati di spirito combattivo la giornata ancora una volta sembra replicare situazioni già viste. Subito fuori per mano di Raggetti Firenze Forlì2. Si difende al meglio la squadra 1 che però ancora una volta si ferma ai quarti di finale per l’ottavo posto assoluto. Sembra quasi che qualcuno abbia fatto il malocchio…  La medaglia non arriva e comincia a serpeggiare il rammarico. Poi di colpo cambia tutto, ci pensano “le reginette”. la vittoria delle giovanissime fa cambiare colore a una spedizione con ben nove squadre ma che non voleva dare soddisfazione. E invece tutto si colora di rosa e torniamo col 15° scudetto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*