Ancona-Campionato Italiano giov. sq. miste / Modena-Campionato Regionale GPG

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tute rosse sparse un po’ dappertutto in questo fine settimana. I più grandi, i giovani, in Ancona per disputare il Campionato Italiano Giovani a Squadre Miste, il gpg a Modena per il Campionato regionale, qualche prima lama a Siena… Per i giovani le squadre sono formate da due ragazze e due ragazzi, con la formula tipica delle gare per team e staffetta ogni 5 punti o ai suoi multipli. Quest’anno la formazione è abbondantemente rinnovata, della squadra arrivata settima ad Assisi nella passata stagione restano le due ragazze, Alice Franchini e Francesca Spazzoli e Dario Remondini promosso titolare. Con loro si alterneranno Andrea Gemelli e Rodolfo Spazzoli chiamati a sostituire Giacomo Paolini e Mattia Sgubbi. L’obiettivo è entrare nelle prime sedici e tentare il colpo per gli otto. Inseriti nell’unico girone da tre, cosa che li penalizza abbastanza, con Isef Torino (proprio loro con l’ex compagno Giacomo) e Pisa Scherma i nostri dopo una sconfitta (Isef) e una vittoria (Pisa) finiscono a metà classifica. Ora si fa sul serio e chiunque pigli è comunque una brutta gatta da pelare. In sorte tocca Scherma Roma, la squadra che la settimana scorsa ha tagliato le ali alle ragazze in B2, l’incontro come ad Adria è molto equilibrato e sempre sul filo, stavolta però rimaniamo attaccati fino in fondo e ce la giochiamo alla priorità. In pedana per l’ultimo parziale c’è Francesca che mette a segno la botta vincente e esplode in un urlo abbracciata dai compagni. Molto molto bravi. Poi ci tocca l’altra società torinese, la corazzata Scherma Marchesa, che schiera una formazione di tutto rispetto: Carletti, Di Sarno e Varengo per le femmine, De Mola, Diliberto e Gaetani nei maschi. E’ il remake dell’incontro dell’anno scorso, sempre per gli otto, nel quale i nostri riuscirono con una bellissima gara a sorprendere i piemontesi e ad avere la meglio. Stavolta l’imboscata non riesce e i sabaudi si vendicano della sconfitta di Assisi. Per un po’ ce la giochiamo anzi siamo anche davanti, poi, nella terza rotazione il break decisivo, la Marchesa allunga e prende il largo. Per i nostri la gara finisce qui, 12° posto e obiettivo centrato. Sono stati tutti bravi, la squadra ha buoni margini di crescita e sicuramente ci saranno delle soddisfazioni nei prossimi anni. Come dicevo sabato in pedana a Siena alcune prime lame che naturalmente si sono fatte rispettare.
Domenica a Modena il GPG per il Campionato Regionale e trofeo Coni. Com’è andata? Naturalmente bene, ci stava anche qualcosa in più ma tre titoli regionali sono un bell’andare. Conferma di Alessandro Palazzi negli allievi, con Marco Bulgarelli sesto, e di Leonardo Cortini salito sul podio più alto dei giovanissimi con accanto Mattia Gondolini terzo. Apoteosi nelle bambine con tutte e sei le nostre portacolori nei primi sette. Vince Chiara Castagnoli, terze pari merito Matilde Bulgarelli e Maria Chiara Testa, quinta Lucia Guarini, sesta Viola Casali e settima Francesca Morosi. Un peccato avere solo sfiorato l’en plein e lasciato i secondo posto alla ravennate Casamenti, ma tutto tutto non si può avere…  E poi, ancora c’è Tommaso Vasumi terzo nei ragazzi; Leonardo Piras terzo, Gabriele Samorì sesto e Adriano Rocco settimo nei maschietti e per finire quelle birichine di Asia Vitali e Greta Versari quinta e ottava nelle giovanissime. Un bel risultato che ci conferma come una delle migliori società in regione per quanto riguarda la spada e riempie di soddisfazione i nostri maestri.
Tante, più di venti, le “tute rosse” in pedana: Beatrice Lolli (allieve), Chiara Casali, Anita Sgubbi e Francesca Torelli (giovanissime), Riccardo Cappelletti, Marco Casadei e Cosimo Tallarico (giovanissimi), Fabio Tamburini (ragazzi), Daniele Tramonti, Leonardo Tondini, Sebastiano Ugolini e Riccardo Valzania (allievi). E la settimana prossima avanti con la serie A2 a squadre maschile e la Coppa Italia assoluta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*