Caserta-GPG / Colle Val d’Elsa-U23 / Caorle-Open

Tommaso e Leonardo

La vittoria mancava da un po’ così ci ha pensato Tommaso Vasumi a riportare i colori biancorossi di Forlì sul gradino più alto del podio vincendo la prova nazionale GPG di Caserta per la categoria Ragazzi. Il successo di Tommaso è stato seguito da tutti componenti della squadra U14, genitori compresi, che per la trasferta in Campania, hanno organizzato la solita una gita di due giorni in pullman. Impeccabile la gara di Tommaso che ha avuto solo nell’incontro per gli otto un passaggio difficile con la vittoria per 15/14 contro il bergamasco Locatelli. Per il resto, che dire, una splendida volata che lo ha visto uscire 19° dai gironi e proseguire imperterrito fino al netto successo finale contro Lupo Sala (Scherma Bresso). Grande l’esultanza di Tommaso che ha mostrato una grinta fuori dal comune, e naturalmente grandissima soddisfazione per tutto lo staff tecnico del CSF presente alla gara. L’altro portacolori del Circolo, Fabio Tamburini, ha terminato la gara nel tabellone dei 64 per mano del pistoiese Mastromarino non prima però di essersi distinto in un paio di dirette. Peccato per le Giovanissime che non sono riuscite a sfruttare a pieno il loro potenziale, Asia Vitali (9) per una volta non entra nella finale a otto, Anita Sgubbi è 16ma dopo avere fermato la corsa di Francesca Torelli nel turno dei 32 poi a seguire Chiara Casali e Greta Versari. Sempre sabato in gara solitaria come al solito anche Beatrice Lolli nelle Allieve che ottiene un più che decoroso piazzamento nei 64. Poi ancora la categoria Maschietti con i nostri Adriano Rocco, Gabriele Samorì fermi nei 32 di una gara molto combattuta nella quale si è distinto anche Leonardo Piras che segue in classifica i due amici. Anche la domenica è foriera di buone nuove.

Lucia

Si comincia con Lucia Guarini che al termine di una gara esemplare, partendo da undicesima nel tabellone principale, si fa strada fino alla finale dove purtroppo nulla può contro la Scuderi (Methodos Ct). Per Lucia un bel secondo posto a capeggiare la folta pattuglia di “tute rosse” che vede ben posizionate anche Chiara Castagnoli (9), Francesca Morosi (17), Maria Chiara Testa, Viola Casali e Matilde Bulgarelli.

Alessandro

Si prosegue con gli Allievi dove schieriamo un bel gruppone agguerrito. Marco Bulgarelli Alessandro Palazzi, Leonardo Tondini, Daniele Tramonti, Sebastiano Ugolini e Riccardo Valzania. Dal mazzo esce Alessandro Palazzi che si conferma uno dei migliori interpreti della categoria salendo sul terzo gradino del podio fermato 15/14 in semifinale dal trevigiano Manzo vincitore della gara. Per tutti gli altri piazzamenti nella prima metà della classifica.

Leonardo e Mattia

Come era già successo l’anno scorso a Riccione dall’ultima gara in programma arriva una vittoria e anche stavolta è quella di Leonardo Cortini. Con lui sale sul podio anche Mattia Gondolini al terzo posto. Cortini bissa senza problemi il successo ottenuto nella prima prova di Ravenna e conferma il suo status di n°1 della categoria. Mattia arriva a Caserta come dicono gli americani da underdog, così si può permettere una gara a fari spenti, senza pressione attorno. Quando gli avversari se ne accorgono è troppo tardi, siamo già alla finale a otto. Superato agevolmente lo scoglio dei quarti in semifinale trova proprio chi lo conosce molto bene, il compagno Leonardo Cortini. Tra i due forlivesi dominio di Leonardo che vola in finale dove supera in un assalto sempre sul filo Alessandro Poli della Bernardi Ferrara. Doppietta biancorossa sul podio tra il tripudio di tutti i forlivesi. La classifica vede solo un pochino più indietro Riccardo Cappelletti e Marco Casadei. Ora è proprio finita. Armi e bagagli sono già sul pullman. Si può rientrare. Il viaggio sarà lungo ma allegro. La soddisfazione sul volto di Igor, di Michele, di Oleg, di Judit è manifesta assieme alla grande stanchezza per questa due giorni che ancora una volta ha visto primeggiare i colori di Forlì.

In contemporanea a Colle Val d’Elsa (Si) si è tirato per aggiudicarsi il titolo di Campione Italiano U23. In gara solo cinque dei nostri, sabato Francesca Spazzoli e Greta Vandi, domenica Alexei Efrosinin, Mattia Sgubbi e Rodolfo Spazzoli tutti seguiti da Iulius che ha così evitato la lunga gita a Caserta. Dopo un paio di gare un pò sottotono Francesca riprende fiducia e si arrende solo per i sedici alla due volte Campione del mondo del Mondo U20 e Nazionale Roberta Marzani. Un bell’assalto che Francesca, a differenza di quanto successo nel girone dove le due si erano già scontrate, interpreta con intelligenza mettendo a lungo in difficoltà la spadista dell’Esercito. Fino all’otto pari il match è stato molto incerto e solo nel finale, quando Francesca ha cominciato ad essere in affanno fisicamente, la Marzani riesce a prendere il sopravvento. Bene anche Greta che passa al tabellone delle dirette per un soffio, per poi battere al fotofinish Elena Perna (Pettotelli Pc) prima di cedere proprio alla compagna di sala. Caspita, con sole due atlete in gara erano ben poche le probabilità di beccarsi, eppure…

Francesca e Greta

Alla fine 25° posto per Francesca e 64° per Greta due buoni risultati vista anche la qualità delle partecipanti col podio formato esclusivamente da atlete della Nazionale maggiore. Nella prova maschile subito fuori Rodolfo mentre Ali e Mattia si presentano al tabellone principale a metà classifica. Affrontano bene i primi turni poi si fermano entrambi nei 64 per mano di due spadisti del Club Schermistico Partenopeo, Barionovi per Alexei e Giunta per Mattia. Anche qui ottimo livello di partecipanti con vittoria finale dell’azzurro Valerio Cuomo.

Due parole ancora sulla qualificazione nazionale open della settimana scorsa a Caorle. Le qualificazioni nazionali open sono difficili, partecipano tutti i migliori nazionali compresi, e in generale tutti i partecipanti sono estremamente competitivi così l’ingresso tra i sedici che vanno alla finale assoluta è molto complicato. Al solito si è ben comportato Dario Remondini, che ha raggiunto una buona costanza di rendimento e ha terminato la gara al quarantaduesimo posto, ma dagli altri ci saremmo aspettati qualcosa di più. Francesca Spazzoli e Alexei Erosinin sono incappati in una  giornata storta e non sono riusciti a superare la fase a gironi come Filippo Tumedei e Filippo Bassi. Il passaggio del turno preliminare è riuscito oltre che a Remondini anche a Oleg Mischenko e Riccardo Genovese. Per loro una buona posizione nel tabellone principale che però non hanno sfruttato a pieno terminando la prova veneta nei primi turni di diretta. Alice Franchini, la seconda portacolori nella prova femminile ha superato con difficoltà la fase di qualificazione, 5/4 nell’ultimo assalto, per poi uscire subito alla prima diretta al fotofinish.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*